11 consigli per il Giorno del Ringraziamento per le persone in recupero dai disturbi alimentari


Come rendere una giornata potenzialmente impegnativa un po 'più gestibile.

Victoria Pearson / Getty Images

Le vacanze possono essere stressanti per tutti noi e quest'anno le celebrazioni sembrano molto diverse a causa della pandemia, forse più del solito. Nonostante gli incontri si svolgano solo con i membri della famiglia, tramite Zoom, o socialmente distanti e all'aperto, è probabile che il Ringraziamento sia ancora un momento eccezionalmente impegnativo per molti dei milioni di persone che si stanno riprendendo da un disturbo alimentare (DE), soprattutto se sei solo all'inizio o all'inizio del tuo viaggio di recupero.

Navigare in queste situazioni - in cui tutti intorno a te sembrano passare un grande tempo mentre ti senti come se stessi lottando solo per tenerlo insieme - può essere travolgente, isolante ed emotivamente faticoso. Se ti trovi in ​​quella posizione in questo momento, sappi che va bene passare un periodo difficile e che gli esperti hanno una guida e un incoraggiamento che potrebbero aiutarti a superarlo un po 'più facilmente.

Perché il Ringraziamento può essere difficile per le persone in E.D. recupero

Le persone che si stanno riprendendo da un disturbo alimentare, soprattutto all'inizio, generalmente hanno routine intorno a ciò che mangiano e quando, dice a Fitlifeart Erica Leon, M.S., RDN, CDN, nutrizionista, dietista certificata per disturbi alimentari e fondatrice di Erica Leon Nutrition. "Quindi fare un pasto abbondante nel mezzo della giornata che include molti cibi da paura [cibi che provocano ansia] e viene spesso servito a buffet può essere molto fastidioso e impegnativo".

Potenzialmente innescare cibo e discorsi sul corpo intrisi di grassofobia e alimentazione disordinata è così normalizzato durante il Ringraziamento - sui social media e sui feed di notizie ea tavola - che è difficile sfuggire, Leon dice: "I clienti dicono che la cosa più difficile sono i commenti degli altri parlando di peso, interrompendo la dieta, buon cibo, cibo cattivo, senso di colpa, indulgenza. " Ho saltato la colazione per potermi riempire. Quante calorie pensi ci siano in questa torta? Mi sento così grasso, ho intenzione di allenarmi per, tipo, tre ore domani. Per non parlare dei parenti che fanno commenti oltre i confini sul tuo mangiare o sul tuo corpo.

Inoltre, "questo Ringraziamento può anche presentare nuove sfide a causa [delle] preoccupazioni di COVID-19", dice a Fitlifeart Carolina Guízar, MS, RDN, CDN, fondatrice di Eathority e cofondatrice del Latinx Health Collective. Riunioni fitte solo con i membri della famiglia potrebbero essere un sollievo per alcune persone, dice Leon. Per altri, un piccolo incontro (o virtuale) potrebbe significare perdere la presenza fisica di amici e parenti solidali, dice Guízar, o sentirsi intrappolati con membri della famiglia con cui non hai un ottimo rapporto.

Ovviamente E.D. il recupero è estremamente personalizzato, quindi la tua risorsa numero uno è ancora il piano di trattamento specifico che hai con il tuo team di supporto (il tuo terapista e / o dietista). "La situazione di ogni singola persona è diversa e sorgeranno problemi diversi", dice Leon, a seconda di fattori come la diagnosi, la storia medica, il punto in cui ti trovi nel tuo recupero, le dinamiche familiari e il giorno delle circostanze. Quindi prendi i suggerimenti di seguito come promemoria generalizzati che potresti trovare utili in aggiunta al tuo attuale piano di trattamento e tieni presente che potrebbero non essere tutti applicabili a te.

Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutare a rendere un po 'più facile il Giorno del Ringraziamento.

1. Ricorda a te stesso che è solo un giorno.

"Questa potrebbe essere la cosa più importante da ricordare: che il Ringraziamento è in realtà solo un giorno", dice Leon, una realtà che è facile perdere di vista con tutto il clamore culturale che circonda la festa. Il fatto è “qualunque cosa una persona mangi, qualunque cosa accada, non ti succederà niente di male. È solo un giorno ", sottolinea.

2. Dormi bene la notte e fai colazione.

Essenziale ma essenziale. Pianifica di nutrire e riposare il tuo corpo il giorno prima, di dormire bene la notte se puoi e di fare colazione la mattina di. "Questo ti darà l'energia fisica necessaria per essere in grado di gestire meglio le situazioni difficili", spiega Guízar. (Rispetta il tuo piano alimentare formale se ne stai seguendo uno, osserva Leon.)

3. Identifica chi sarà la tua persona di supporto.

Conoscere la tua persona sicura è la chiave. "Può essere un membro della famiglia, un amico, qualcuno che sa cosa stai passando e a cui puoi dare una rapida occhiata o [tirare da parte] o raggiungere se hai difficoltà", dice Leon. Se è un amico o un parente al di fuori della tua famiglia che non sarà fisicamente presente, Leon consiglia di avere un piano con la persona in modo che sia in stand-by tramite messaggio o chiamata.

4. Fai un elenco di argomenti di cui non puoi parlare.

Stabilire confini chiari per te stesso è utile in modo che quando viene fuori un argomento o un commento scatenante, non devi prendere una decisione al momento se va bene per te o no. "Seriamente, scrivi un elenco delle cose di cui non parlerai", dice Leon. Per esempio, Non parlerò del mio mangiare. Non parlerò di corpi. Non parlerò di esercizio.

5. Scrivi come risponderai se qualcuno oltrepassa un confine.

Il prossimo passo è preparare come rispondere se qualcuno viola uno dei tuoi limiti. Leon consiglia di scrivere un paio di affermazioni succinte che puoi usare nel caso in cui ciò accada e di esercitarti a dirle ad alta voce. Alcuni esempi: Sto lavorando per mangiare in un modo che faccia bene al mio corpo. Non sto parlando di diete in questo momento. Per favore, non commentare il mio corpo e mangiare. E preparati a scusarti semplicemente dal tavolo (IRL o virtualmente) se sei sopraffatto dal momento, dice Guízar.

6. Fai un elenco di argomenti sicuri da sollevare.

Va anche bene se non ti senti pronto o in grado di verbalizzare un confine. Pensa a una manciata di argomenti che puoi introdurre se la conversazione sta entrando in un territorio vietato, come il cibo o il discorso sul corpo. Se cose come la politica e la pandemia si stanno polarizzando nella tua casa (o nella stanza Zoom), Leon consiglia di scegliere argomenti personali ma neutri di cui le persone vorranno parlare. Ad esempio, bei momenti passati insieme (come piacevoli ricordi d'infanzia) o cose che non vedi l'ora di fare (come i viaggi che vuoi fare quando è sicuro farlo). Puoi tenere questo elenco (insieme al tuo elenco di argomenti vietati) nel telefono o in tasca.

7. Avere un paio di strumenti di coping per quando hai bisogno di un minuto.

Decidi in anticipo quali strategie utilizzerai per gestire un momento emotivamente carico o travolgente. "Dì, 'Se XYZ accade, lo farò'", dice Leon. "Cosa funziona per te?" Se il tuo kit di strumenti sembra un po 'scarso, Guízar consiglia di provare una tecnica di messa a terra per l'ansia (alcune delle quali puoi fare seduto al tuo posto) o esercizi di respirazione consapevole (prova uno di questi video). O forse hai bisogno di un po 'di tempo da solo e distrazione. Guízar suggerisce di fare una pausa di 30 minuti per fare una passeggiata, guardare uno spettacolo divertente in un'altra stanza o inviare un messaggio / FaceTime a un amico.

8. Avere alcune risorse di supporto pronte per l'uso sul telefono.

Per sfruttare ancora di più il dispositivo che hai in tasca, puoi cercare tutto ciò che potrebbe aiutarti a ridere, calmarti o distrarti in un momento difficile. Leon suggerisce di avere a disposizione musica rilassante o meditazioni guidate. Oppure "crea una cartella di foto sul tuo telefono con le tue citazioni preferite, meme o video di animali", dice Guízar.

Un'altra idea è quella di impostare promemoria con piccole note per te stesso, come "Mi è permesso occupare spazio" (un suggerimento di Leon) o "Mi merito del cibo, indipendentemente da ciò che il mondo esterno o il mio disturbo alimentare può dire" ( uno da Guízar). Dai un'occhiata a queste affermazioni ottimistiche ma realistiche o all'Intuitive Eater's Holiday Bill of Rights per trarre ispirazione.

9. Considera l'idea di riformulare la giornata come un'opportunità per lavorare sulle tue capacità di recupero.

Se il Ringraziamento è terrificante e il tuo obiettivo in questo momento è solo quello di superarlo, è valido al 100%, in qualsiasi momento della tua guarigione. Ma se al momento ti trovi in ​​un luogo in cui provare un approccio diverso alla giornata ti sembra sicuro e praticabile, "puoi provare a pensarlo come un'opportunità per flettere i muscoli o praticare alcune delle tue capacità di recupero", dice Leon .Ad esempio, "potresti essere in grado di esercitarti a essere un po 'più intuitivo, essere flessibile, provare alcuni cibi che potrebbero essere spaventosi, tollerare di essere a disagio", spiega Leon, se queste sono cose su cui stai attualmente lavorando. Potrebbe valere la pena provare questo cambiamento di prospettiva.

10. Sappi che comunque vada la giornata, imparerai qualcosa da essa.

Nonostante quello che potrebbe sembrare, il Ringraziamento non è un grande test spaventoso che sei un asso o una bomba. Non esistono cose come la perfezione o il fallimento qui, dice Leon, solo la raccolta di informazioni. "Non puoi fare niente di sbagliato. Anche se è una lotta, anche se le cose non vanno come vorresti, qualunque cosa accada sarà un'informazione ", spiega Leon. “Imparerai di più su te stesso e su dove ti trovi nel tuo recupero, sulle cose che potenzialmente si innescano. E poi hai quelle nuove informazioni con cui lavorare per la tua prossima sessione. "

11. Tratta il giorno dopo il Ringraziamento come qualsiasi altro.

Il modo migliore per iniziare il giorno dopo il Ringraziamento? Non importa cosa sia successo il giorno precedente, è tutto come al solito. "È solo un altro nuovo giorno", dice Leon. "Ritorni alla tua routine, inizi con il tuo programma alimentare [se ne hai uno], e il gioco è fatto." Ciò significa che non ti impegni in comportamenti compensativi come mangiare meno del solito o andare per un'ora in più sul tapis roulant, dice Leon. Come dice lei, "Non c'è niente come dover pagare la penitenza il giorno successivo".