Al Roker ha rivelato che gli è stato diagnosticato un cancro alla prostata


"La buona notizia è che l'abbiamo presa in anticipo."

NBC / Getty Images

Il conduttore televisivo di lunga data Al Roker ha appena rivelato di avere un cancro alla prostata. Anche se il suo cancro è aggressivo, è ottimista perché è stato scoperto presto, ha detto Oggi.

"Dopo un controllo di routine a settembre, si scopre che ho il cancro alla prostata, ed è una cosa buona / cattiva", ha detto Roker. “La buona notizia è che l'abbiamo presa in anticipo. La non buona notizia è che è un po 'aggressivo. Quindi mi prenderò un po 'di tempo libero per occuparmene. "

Roker condivide la sua diagnosi perché il cancro alla prostata è "una di quelle cose che è un po 'più comune di quanto penso le persone realizzino", ha detto. Secondo l'American Cancer Society (ACS), a un uomo su nove verrà diagnosticato un cancro alla prostata nel corso della vita. E il rischio per gli uomini neri è ancora più alto: hanno il 50% di probabilità in più di contrarre il cancro alla prostata e il doppio delle probabilità di morire di cancro alla prostata rispetto agli uomini bianchi negli Stati Uniti, Carol Brown, MD, chirurgo ginecologico del cancro al Memorial Sloan Kettering Cancer Center, ha detto Oggi.

"Se lo rilevi in ​​anticipo, questa è una malattia davvero curabile", ha detto Roker. "Volevo portarti con te nel mio viaggio in modo che tutti noi possiamo imparare come educare e proteggere gli uomini nelle nostre vite."

La prostata è una piccola ghiandola che si trova tra la vescica e il pene e produce liquido seminale, spiega la Mayo Clinic. Quando il cancro colpisce la prostata, potrebbe non causare alcun sintomo, soprattutto all'inizio della malattia. Ma se causa sintomi, questi possono includere problemi di pipì, sangue nello sperma, disfunzione erettile e disagio pelvico.

Alcune forme di cancro alla prostata crescono relativamente lentamente e richiedono un trattamento minimo o addirittura nessun trattamento, afferma la Mayo Clinic. Ma altri tipi sono più aggressivi, il che significa che possono diffondersi rapidamente ad altre parti del corpo. Affrontare precocemente il cancro alla prostata, prima che abbia la possibilità di diffondersi, può renderlo più facile da trattare. A seconda del tipo di cancro alla prostata che hai, di quanto sia aggressivo e dei sintomi che sta causando, un medico può raccomandare una strategia di trattamento che consiste in un'attesa vigile, un intervento chirurgico, radiazioni, chemioterapia o immunoterapia, secondo l'ACS.

Ci sono alcuni fattori che rendono più probabile che alcune persone sviluppino il cancro alla prostata rispetto ad altre, come la tua età e una storia familiare di cancro alla prostata. Se hai un rischio genetico di cancro al seno (BRCA1 o BRCA2), potresti anche avere un aumentato rischio di cancro alla prostata, dice la Mayo Clinic.

La razza gioca anche un ruolo nel rischio di cancro alla prostata, come ha detto Roker. Non è del tutto chiaro il motivo, ma gli uomini di colore hanno maggiori probabilità degli uomini di altre razze di sviluppare il cancro alla prostata e, quando lo ottengono, hanno maggiori probabilità di sviluppare una forma aggressiva di cancro. Alcune ricerche suggeriscono anche che, mentre i medici hanno aumentato l'uso di trattamenti aggressivi negli uomini bianchi con cancro alla prostata, non hanno fatto lo stesso per i pazienti neri. Altre ricerche mostrano che gli uomini neri con cancro alla prostata tendono ad avere un ritardo più lungo tra la diagnosi e il trattamento rispetto agli uomini bianchi. Gli esperti stanno ancora lavorando per capire cosa c'è alla radice di questa disparità, ma è come essere una combinazione di fattori, comprese le differenze nella genetica e l'accesso ineguale a screening e cure di qualità e convenienti.

Per gli uomini di età compresa tra 55 e 69 anni con un rischio medio di cancro alla prostata, la decisione di sottoporsi a screening per il cancro alla prostata dovrebbe essere presa individualmente con la guida di un medico, secondo la US Preventive Services Task Force (USPSTF). Se qualcuno ha particolari fattori di rischio che li rendono più propensi a sviluppare il cancro alla prostata, inclusa la loro razza, il loro medico può raccomandare uno screening regolare, dice l'USPSTF. Sebbene l'idea di uno screening regolare e diffuso del cancro alla prostata sia stata controversa, ci sono alcune prove che può essere particolarmente utile per gli uomini di colore.

Non esiste un test specifico per lo screening del cancro alla prostata, affermano i Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Ma c'è un esame del sangue che cerca la presenza dell'antigene prostatico specifico (PSA), un composto che la prostata produce in quantità maggiori quando c'è un problema con la ghiandola. L'ACS consiglia alle persone che desiderano essere sottoposte a screening di sottoporsi a questo test, sebbene possano anche ricevere un esame rettale digitale.

Roker ha detto che non si aspettava affatto la diagnosi perché si era "sentito benissimo". Ma durante una visita medica di routine, il suo medico ha scoperto di avere un livello elevato di PSA nel suo esame del sangue, il che suggerisce che c'era un problema. Un secondo test PSA, imaging MRI e una biopsia hanno confermato che Roker aveva il cancro alla prostata. Per curare il caso di Roker, dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico per rimuovere la prostata.

"Non voglio che la gente pensi, Oh, povero Al, perché starò bene. ... Se è quello che ci vuole per far uscire il 2020, allora togliamolo di mezzo", ha detto, ribadendo che vuole diffondere un messaggio di consapevolezza, specialmente ad altri uomini di colore che potrebbero non essere consapevoli del loro rischio elevato.